HomeSviluppo economicoTecné: smart grid per la rete elettrica

Tecné: smart grid per la rete elettrica

Nella riqualificazione dell’ex centrale Enel , la distribuzione dell’elettricita’ diventa ‘intelligente’. Nell’ambito del progetto ‘’Tecné’’ per la riqualificazione dell’ex centrale Enel di Rossano, l’uso delle ‘’tecnologie abilitanti’’ previste serve a raggiungere l’obiettivo di realizzare una sinergia tra energia elettrica-TIC-IoT anche attraverso l’utilizzo della fibra ottica, banda larga ed ultralarga.

Una rete elettrica intelligente, dunque, che consenta di risolvere ogni integrazione delle ‘’rinnovabili non programmabili’’, come l’eolico ed il solare, nella rete elettrica. Il forte afflusso di elettricità fortemente variabile non è più gestibile con i metodi convenzionali di bilanciamento della rete. Sono necessari, dunque, elementi di nuova flessibilità, ossia c’è bisogno di un sistema ‘’smart-grid’’, previsto dal progetto “Tecné”, e funzionale al più importante snodo di distribuzione di energia elettrica nell’Italia meridionale gestito da Terna, nell’area del sito dell’ex centrale Enel.

Le smart-grid sono una soluzione sostenibile ed efficiente che mantiene, costante ed in equilibio il ‘’flusso’’ dell’elettricità prodotta da fonti rinnovabili e ‘’tradizionali’’, e che sfrutta l’interconnessione dei consumatori per ottimizzare il loro utilizzo dell’energia erogata. Aiuta a superare non pochi problemi connessi con le reti energetiche tradizionali: il sempre piu’ alto costo dell’energia, i consumi che aumentano, l’inquinamento dell’ambiente. Poiché le smart-grid tengono conto dei consumi degli utenti per produrre energia elettrica in modo sostenibile, i costi saranno contenuti, aiutando a risparmiare, mentre gli utenti della rete saranno direttamente coinvolti nella gestione della distribuzione, quindi assumeranno maggiore comprensione dei propri sprechi e di quanto consumano.I meccanismi che regolano una smart-grid sono simili a quelli su cui si fonda la rete Internet, dove tutti gli utenti sono interconnessi tra di loro, ricevendo e inviando informazioni, fuori dal tradizionale schema di distribuzione da uno a molti. In sintesi, la rete elettrica del futuro, potrà garantire, così come è previsto dal progetto “Tecné”: fornitura dell’energia elettrica, accesso alle fonti di produzione rinnovabile, minori costi e minori emissioni di gas serra, notevole flessibilità, per venire incontro alle nuove esigenze dei consumatori.

Il sistema smart-grid è in sinergia con lo ‘’storage’’, ovvero accumulo di energia autoprodotta dalle fonti rinnovabili, secondo due modelli di business che possono essere raggruppati in due filoni: front-of-the-meter (lato rete, applicazioni centralizzate), e behind-the-meter (lato utente, applicazioni distribuite).

Domenico Campana, project lead Tecné

Giuseppe F. Zangaro
Giuseppe F. Zangarohttps://www.humancapitalia.org
Esperto di Sviluppo e Coesione Territoriale collabora con spin-off universitari, enti pubblici e grosse aziende su progetti nazionali e internazionali. Insegna digital marketing, comunicazione e tecniche di progettazione siti web in corsi di formazione finanziati dall’Unione Europea. E’ iscritto all’ “European Register for EU-Projects Designers & Managers”. E’ direttore sviluppo attività industriali in Capitalimprese Roma e Assocapital Londra. E’ project-leader nel progetto promosso da TWC USA per la realizzazione di un polo di produzione cinematografica, parco a tema e museo nel Centro Italia. E’ fondatore della casa editrice e web-farm “conSenso publishing”; della start-up “Flip the Book” per l’orientamento scolastico e della start-up “peroggisconto”, rivolta alla valorizzazione dei prodotti locali e alla riduzione degli sprechi alimentari. Di recente è stato nominato Responsabile Nazionale di Civicrazia per il riordino territoriale e lo sviluppo delle aree interne nell’ambito del progetto “le strategie macroregionali dell’Unione Europea”.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments