4 Dicembre 2021, 07:56

Living Lab sul turismo con destinazione Corigliano-Rossano

Il Progetto fa riferimento al PON “Living Lab: turismo a Corigliano-Rossano” dell’ITAS-ITC ROSSANO e prevede la formazione di professionalità capaci di risolvere problemi e analizzare processi, attraverso la sperimentazione simulata di tipiche situazioni gestionali d’impresa. Le attività hanno l’obiettivo di creare un Living Lab Turistico sul processo di posizionamento che richiede creatività e un’attenta analisi di lunghe serie di dati, quindi la creazione di un’immagine della destinazione; e sulla realizzazione di un sistema integrato di servizi turistici. Prevede lo svolgimento di attività rivolte ai cittadini residenti e ai turisti, coinvolgendo istituzioni, associazioni e attività produttive, il cui risultato finale sarà quello di elaborare uno studio su come Corigliano-Rossano è presente sui social, un documento strategico molto importante, in cui si individua la strategia da usare a livello economico e culturale. L’obiettivo è quello di creare un’offerta integrata e coordinata per promuovere gli attrattori turistico-culturali di Corigliano-Rossano. Lo Spin Off dell’Università della Calabria “Smart City Instruments” che sviluppa e produce prodotti e servizi innovativi per la smart innovation, elabora, strumenti software e hardware in linea con le tendenze di uso dei marcatori identitari distintivi; stimola i cittadini a migliorare le modalità di accoglienza ed incoraggia le imprese locali ad investire ed innovare, nel nostro caso, nel settore del turismo.

Le classi VB e VC dell’ITAS ITC del progetto PON “Living Lab: turismo a Corigliano-Rossano”

Ciò è quanto si ripropone di fare la scuola attraverso il Living Lab, che, in questa particolare situazione, in cui versa tutto il mondo, è ammirevole come garantisca, anche se con molte limitazioni, l’effettuazione del progetto e l’interazione necessaria a dare un senso di normalità questa realtà ormai stravolta, dando un ruolo rilevante al turismo e alla cultura. Docente esperto esterno è il dott. Giuseppe F. Zangaro che ha impostato le attività progettuali incentrandole su aspetti pratici ed innovativi, dando un ruolo di grande rilievo agli studenti che avranno il compito di elaborare una proposta concreta da sottoporre all’Amministrazione Comunale.

Da sinistra: i tutor del corso prof.ssa Silvia Citi e la prof.ssa Caterina Ioele con il docente esperto esterno prof. Giuseppe F. Zangaro

 «La scuola ci dà l’opportunità di fare un’esperienza nuova e concreta di interfacciarci con una realtà che credevamo inesistente o lontana dalla nostra, grazie al Living Lab abbiamo la possibilità di fare conoscere la nostra città piena di cultura e bellezza agli altri» esprime così la sua opinione una delle studentesse del corso.

Una sessione del Living Lab dedicata al turismo esperenziale alla scoperta del Cammino Basiliano con il referente territoriale Flaviano Lavia e Carlo Marsico, guida certificata che sta percorrendo l’itinerario turistico di circa 1.200 km

Tutto questo è reso possibile grazie alla partecipazione e alla collaborazione degli studenti delle Classi VB e VC indirizzo Turismo, al coinvolgimento delle docenti Silvia Citi e Caterina Ioele, e soprattutto alla Dirigente Scolastica dr.ssa Anna Maria Di Cianni che è riuscita ad ottenere il finanziamento di questo importante Progetto PON.

Su Youtube la sessione dedicata al Turismo Esperenziale:
https://youtu.be/GK37ozLsVDQ

Articolo a cura di Mariagrazia Martino e gli studenti del PON

Appena pubblicati

Rimani connesso

21,984FansMi piace
3,042FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Ultimi articoli