HomeSviluppo economicoL'Economia in Calabria: tra speranze di rinascita e politiche di sviluppo

L’Economia in Calabria: tra speranze di rinascita e politiche di sviluppo

Roma, 13 giugno 2024 – Ogni anno, come un rituale quasi liturgico, la Banca d’Italia presenta il suo rapporto sull’economia calabrese, un documento che, se letto con attenzione, può rivelare più di quanto non dica apertamente. La Calabria, questa terra dai contrasti vividi e dalle antiche ferite, si trova ancora una volta di fronte a una biforcazione del destino: segni di ripresa economica si mescolano con problemi strutturali che sembrano intramontabili.

Crescita Economica e Settori Produttivi

Il 2023 ha visto una crescita dell’economia calabrese dello 0,6%, un dato che, pur positivo, impallidisce se confrontato con altre regioni del Mezzogiorno. In un tessuto economico che tenta di rialzarsi, i settori del terziario e delle costruzioni hanno mostrato vitalità, sostenuti dal ritorno del turismo e dal rinnovato interesse per il patrimonio abitativo locale. Tuttavia, il settore industriale e agricolo rimangono afflitti da un’incombente stagnazione, vittima della crisi energetica e dei cambiamenti climatici che hanno falcidiato i profitti e l’operatività.

Mercato del Lavoro

Il mercato del lavoro offre uno spaccato significativo della condizione calabrese: un incremento dell’occupazione, sia autonoma sia dipendente, è un dato incoraggiante, ma non sufficiente. Il tasso di partecipazione al mercato del lavoro è risalito ai livelli del 2019, contrastando parzialmente l’effetto negativo del calo demografico, ma persistono difficoltà nel reperimento di manodopera qualificata.

Inflazione e Consumi

Il morso dell’inflazione, che ha frenato la ripresa dei consumi, ha eroso il potere d’acquisto delle famiglie calabresi nonostante un incremento nominale del reddito disponibile. La contrazione dei consumi, accentuata dalle difficoltà economiche, è stata parzialmente mitigata dalle misure di sostegno pubblico e dall’aumento del ricorso al credito bancario.

Mercato del Credito

Il settore del credito bancario ha visto un rallentamento nell’espansione, soprattutto per quanto riguarda le imprese, mentre le famiglie hanno continuato a beneficiare di prestiti, nonostante l’aumento dei tassi di interesse. Questo quadro evidenzia una crescente prudenza da parte delle banche, in un contesto economico ancora incerto.

Situazione Sociale e Giovani

Se vogliamo veramente comprendere l’anima della Calabria contemporanea, dobbiamo volgere lo sguardo verso i giovani, forse i più colpiti dalle trasformazioni economiche. Il tasso di disoccupazione giovanile rimane allarmante, spingendo molti a cercare fortuna altrove e alimentando un’emigrazione che svuota la regione delle sue forze più vitali. Le opportunità di impiego qualificato sono scarse e il divario digitale persiste, ostacolando l’accesso a risorse formative e professionali che potrebbero invertire questa tendenza. Per molti giovani calabresi, il futuro appare ancora un orizzonte distante e incerto.

Politiche di Sviluppo e Coesione Territoriale

Le politiche di sviluppo e coesione territoriale offrono una speranza concreta per superare le difficoltà strutturali della Calabria. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e i fondi strutturali europei rappresentano opportunità chiave per investimenti infrastrutturali, innovazione tecnologica e formazione professionale. Questi interventi sono fondamentali per colmare i divari territoriali e promuovere uno sviluppo sostenibile e inclusivo. La piena attuazione di queste politiche richiederà un impegno coordinato tra istituzioni locali, nazionali e comunitarie, con un focus particolare sul rafforzamento delle competenze digitali e sulla creazione di un ambiente favorevole all’imprenditorialità giovanile.

La Calabria, terra di enigmi e resilienze, si trova ad affrontare una sfida cruciale. La capacità di sfruttare appieno le opportunità offerte dal PNRR e dalle risorse comunitarie sarà determinante. Solo attraverso un robusto rafforzamento delle politiche pubbliche, focalizzate sulla transizione energetica, il miglioramento delle infrastrutture e il potenziamento delle competenze professionali, sarà possibile costruire un futuro economico solido e inclusivo. In questo sforzo, il ruolo dei giovani e il superamento delle disuguaglianze di genere e sociali saranno elementi chiave per una rinascita che, come un germoglio tenace, possa emergere dalle asperità del terreno calabrese.

In fondo, come in ogni buona narrazione, la Calabria ci insegna che le difficoltà possono diventare il terreno fertile da cui germogliare nuove speranze, se solo si ha il coraggio e la visione di coltivarle.

Giuseppe F. Zangaro
Giuseppe F. Zangarohttps://www.capitalimprese.it
Esperto di Sviluppo e Coesione Territoriale collabora con spin-off universitari, enti pubblici e grosse aziende su progetti nazionali e internazionali. Insegna digital marketing, comunicazione e tecniche di progettazione siti web in corsi di formazione finanziati dall’Unione Europea. E’ iscritto all’ “European Register for EU-Projects Designers & Managers”. E’ direttore sviluppo attività industriali in Capitalimprese Roma e Assocapital Londra. E’ project-leader nel progetto promosso da Triworld Cinema USA per la realizzazione di un polo di produzione cinematografica, parco a tema e museo nel Centro Italia. E’ fondatore della casa editrice e web-farm “conSenso publishing”; della start-up “Flip the Book” per l’orientamento scolastico e della start-up “Peroggisconto”, rivolta alla valorizzazione dei prodotti locali e alla riduzione degli sprechi alimentari. Ha ricoperto l'incarico di Responsabile Nazionale di Civicrazia per il riordino territoriale e lo sviluppo delle aree interne nell’ambito del progetto “le strategie macroregionali dell’Unione Europea”. E' fondatore di humanCapitalia, raggruppamento di accademici, professionisti e associazione per lo sviluppo umanistico ed economico dei territori.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments